Fatturazione elettronica PA attiva

Configurazione fatturazione elettronica

Adeguamento alla versione 1.2 del tracciato della fattura elettronica

Dal 01/01/2017 il sistema di interscambio della pubblica amministrazione (SDI) accetterà soltanto fatture inviate con la nuova versione del tracciato.

Conservazione sostitutiva con Web Services - Prevista la possibilità di dichiarare l'anagrafica del produttore quando diversa dall'azienda

Nei casi in cui il contratto di conservazione sostitutiva sia multiaziendale, quindi preveda più titolari (aziende che devono effettuare la conservazione) a fronte di un singolo produttore (azienda a cui è intestato il contratto) non si riusciva ad inviare i documenti in conservazione tramite l'apposita funzione "Invio per conservazione" del programma "Commerciale\Documenti\Fatturazione elettronica PA attiva\Spedizione e monitoraggio".

Per consentire l'invio, nel programma di configurazione è stata aggiunta l'informazione dell'anagrafica del produttore".

PRODUTTORE: Rappresenta l'anagrafica generare con le informazioni del produttore del contratto di conservazione sostitutiva. Nel caso il produttore e il titolare coincidano non è necessario specificare alcuna anagrafica.

Spedizione e monitoraggio

Adeguamento alla versione 1.2 del tracciato della fattura elettronica

Come già indicato nel programma “Configurazione fatturazione elettronica”, in fase di generazione del file xml, il programma utilizzerà il vecchio o il nuovo formato in funzione della data in cui si richiede la generazione rispetto a quella di entrata in vigore del nuovo tracciato (ad oggi 01/01/2017).

Con il nuovo tracciato sono entrati in vigore anche nuovi controlli di validazione più restrittivi rispetto a quelli precedenti. In particolare con questa versione abbiamo superato il controllo di quadratura tra righe e castelletto IVA (00423) che non consente di superare la validazione di SDI nel caso si inseriscano omaggi con rivalsa e senza rivalsa d’IVA nella fattura. Per superare il controllo, di seguito ad ogni riga di omaggio (con o senza rivalsa d’IVA), nel file XML viene inserita una riga di articolo manuale, con prezzo e importo negativo pari alla riga di omaggio e con il codice IVA esente opportuno.

Altre modifiche di minore impatto inserite nel nuovo tracciato sono:

  • Le righe di omaggio sono classificate con “Tipo cessione/prestazione” pari ad “AB” (abbuono)
  • Per le righe di omaggio è stata aggiunta una sezione negli “Altri dati gestionali” per identificare che la riga è un omaggio (“Tipo dato”=”Omaggio”) e la tipologia di omaggio (“Valore testo”=”Con rivalsa”, “Senza rivalsa”, “Sconto merce”)
  • Per consentire l’identificazione dell’articolo è stato valorizzato il “Codice tipo” con i seguenti valori:
  • Codice Art. cliente”: il codice riportato è la codifica dell’articolo riconosciuta dal cliente
  • Codice Art. fornitore”: il codice riportato è la codifica interna del cedente/prestatore
  • Barcode”: il codice riportato è il codice a barre dell’articolo
  • INTRA”: il codice riportato è la nomenclatura INTRA
  • E’ stata valorizzato anche il tag dell’unità di misura
  • Il prezzo è stato formattato con i decimali previsti nei parametri di magazzino per la valuta del documento con un minimo di 2 decimali (anche se la parametrizzazione ne prevede di meno)
  • Il tag della quantità non è valorizzato quando la quantità e zero (quindi anche per le spese a quantità zero).

Nella ricerca delle fatture, è stato aggiunto il campo “Formato” per distinguere le fatture inviate alla pubblica amministrazione da quelle dei privati.

Il formato è stato introdotto anche nella griglia di risultato della ricerca.

Aggiunte ulteriori segnalazioni nella generazione del fle XML per superare i nuovi controlli 1.2 di SDI

Sono state aggiunte ulteriori segnalazioni nella fase di generazione del file XML per superare i nuovi controlli 1.2 di SDI. Nello specifico, per evitare che il controllo 00423 sul calcolo del prezzo lordo determini lo scarto del file, sono state introdotte le seguenti restrizioni:

1) Il documento non può avere sconti merce di piede né a percentuale né ad importo, perché questi sarebbero (lo sono stati fino alla precedente versione) convertiti in sconti ad importo di riga, ma vista la scarsa precisione ammessa dal tracciato per questa tipologia di sconto (due decimali al massimo), si incorre facilmente nella squadratura del calcolo del prezzo lordo.

2) Tutti gli sconti/maggiorazioni di riga a percentuale e ad importo non possono avere più di due decimali perché il tracciato ammette al massimo questa precisione.

Il nodo 2.1.2 (ordini di acquisto) viene adesso compilato con il riferimento alla riga

Il nodo 2.1.2 era compilato senza il riferimento alla riga: adesso il riferimento alla riga è compilato se la fattura è stata ottenuta per trasformazione di un ordine in cui sono stai inseriti i dati di riferimento all'ordine fornitore (Vs Data e Vs Numero).

In assenza delle condizioni suindicate, il nodo sarà compilato come prima senza il riferimento alla riga attingendo direttamente ai riferimenti inseriti nella testata della fattura.

Last updated by admin on 14 giugno 2018