Lotti - Scadenze - Serial Number

Tabelle

Anagrafica lotti

Implementata la possibilità di archiviare le informazioni dei dati anagrafici lotti su KNOS.

Per la gestione del collegamento a KNOS è stato aggiunto il campo "Archiviazione" sia nella maschera dell'anagrafica lotti che nella maschera di movimentazione, da cui sarà possibile effettuare le pubblicazioni in modalità manuale o automatica, in base a quanto definito nei parametri della console di configurazione Knos, nonché la gestione delle stesse. La pubblicazione interessa i dati anagrafici dei lotti.

Se il "Tipo sincronizzazione" è impostato come "A richiesta", la pubblicazione di un nuovo lotto dovrà essere effettuata manualmente dalla funzione "Pubblica" del menù contestuale del campo "Archiviazione"; se invece è impostato come 'Interattiva', alla creazione di un nuovo lotto la pubblicazione avverrà in modo automatico, al salvataggio della riga, attribuendo in entrambe i casi un ID di pubblicazione.

E' opportuno sottolineare che, nel caso di sincronizzazione 'Interattiva', la maschera di pubblicazione verrà proposta ogni volta che verranno apportate delle modifiche ai "dati anagrafici" dei lotti effettuando quindi in maniera automatica l'aggiornamento degli stessi.

Le funzionalità descritte sono attive anche per la maschera di movimentazione lotti dove, nel caso di sincronizzazione "Interattiva", la pubblicazione e il relativo aggiornamento avverranno in modo automatico solo se il parametro "Proposta quantità", nella console parametri lotti, è impostato con modalità "Manuale" o "Semiautomatica".

Anche per la maschera di movimentazione, l'archiviazione avviene esclusivamente in fase di creazione di un nuovo codice lotto e il relativo aggiornamento solo in caso di modifica dei dati anagrafici.

Per i lotti già presenti in anagrafica, la pubblicazione avverrà solo nel momento in cui verranno movimentati con modalità "manuale".

Elaborazioni e stampe

Interrogazione movimenti

Aggiunto il pulsante "Documento" per richiamare in gestione il documento selezionato.

Nella maschera del programma "Interrogazione movimenti" per il modulo lotti è stato aggiunto il pulsante "Documento" per permettere all'utente di richiamare in gestione il documento a cui fa riferimento la riga selezionata in griglia.

Parametri di gestione

Console parametri lotti

Aggiunti: Warning su codice lotto esistente e validazione codice lotto con l'utilizzo di Regular Expression.

1. Warning su codice lotto esistente

Inserito nella Console parametri lotti, un campo di tipo combo da abilitare su movimentazioni che richiedono il codice lotto. Valori possibili: Nessuno(default) - Notifica – Blocco

Con tale funzione attiva su un determinato documento, al momento dell'imputazione manuale del codice lotto, il programma controllerà se il codice lotto appena inserito non sia già stato movimentato sulla DO52 di un documento diverso da quello che si sta imputando ma con lo stesso codice e per la stessa azienda e sulla stessa movimentazione.

Nel caso in cui il lotto inserito risulti già movimentato, se attiva l'opzione "Notifica", verrà mostrato un messaggio di avvertimento “Attenzione, codice lotto già movimentato sul documento XXXXXX nr. 99999/YY del DD/MM/YYYY” dove XXXXXX è il codice del documento, 99999 è il numero del documento, YY è il sezionale e DD/MM/YYYY è la data. Se invece si sta utilizzando l'opzione "Blocco" verrà semplicemente bloccata l'accettazione del codice lotto senza restituire alcun tipo di avviso.

ATTENZIONE: Se il codice lotto è presente su più documenti, con la gestione del Warning, verranno mostrate le informazioni relative all'ultimo documento.

E' opportuno precisare che il funzionamento descritto è previsto esclusivamente per l'imputazione manuale del lotto, anche nel caso in cui la scelta manuale venga fatta dalla maschera dei progressivi lotto, sia se l'imputazione avviene in fase di emissione che in trasformazione. L'unico caso in cui il controllo non viene applicato è quando il lotto è stato già inserito sul documento di origine e il "Controllo del codice lotto" è impostato solo sul documento di destinazione.

2. Validazione Codice lotto con l'utilizzo di Regular Expression

Sulla maschera di configurazione è stato aggiunto oltre al combo di cui sopra anche il campo “Validazione codice lotto” in cui andare a scrivere una Regular Expression.

In questo esempio è indicata una espressione regolare che controlla che siano stati digitati 9 caratteri qualsiasi.

Questa funzione permetterà la validazione del codice lotto se questo rispetterà i criteri stabiliti nella Regular Expression prevista dalla configurazione.

ATTENZIONE: Sono supportate le Regular Expression del linguaggio javascript standard

Gestione degli elementi di tracciabilità

Velocizzata la procedura di gestione degli elementi di tracciabilità.

Inserimento nuovo flag - Visualizzazione/Controllo giacenze in modalità lotti riga.

Aggiunto il flag "Visualizzazione/Controllo giacenze in modalità lotti riga" nella Console parametri lotti sulla scheda "Movimentazioni per documenti"

Tale flag, se disattivato, permetterà all'utente in fase di inserimento del dettaglio lotti, utilizzando la modalità "Lotti riga", di disabilitare la visualizzazione delle giacenze lotti (Scad.\SN\ecc.) e il relativo controllo.

In questo modo, si ridurranno i tempi di validazione del lotto (scadenze/sn/ecc.) permettendo un inserimento dati più rapido per tutti gli utenti che non avranno la necessità di visualizzare o controllare le giacenze lotti(Scad.\SN\ecc.) in fase di inserimento.

Questa impostazione prevarrà sulla richiesta di controllo giacenze negative, configurata per i singoli segmenti nella scheda "Movimentazioni".

Ciò significa che se per un dato movimento è attivo il controllo giacenza ma il flag "Visualizzazione/Controllo giacenze in modalità lotti riga" è disattivato sul documento, il controllo giacenza al caricamento del dettaglio lotti(Scad.\SN\ecc.) non avverrà.

E' opportuno precisare che tale comportamento si avrà sia se il dettaglio lotti verrà definito in fase di emissione documento, sia in trasformazione.

Questo nuovo parametro sarà di default ATTIVATO in tal modo non verranno alterate le funzionalità esistenti in precedenza.