Modello comunicazione liquidazioni periodiche IVA

Aggiunto PIN e Codice fiscale firmatario in configurazione Agyo

Al fine di porre la firma per procedere all'invio dei file tramite Agyo sono stati aggiunti i campi "PIN" (di 8 cifre) e "Codice fiscale". I dati da inserire sono quelli impostati in Agyo al momento dell'inserimento della firma.

Implementazione IVA di gruppo

E' stato implementato il modello comunicazione liquidazioni IVA con l'elaborazione per le aziende aventi IVA di gruppo.

Inserimento progressivi e blocco per multi attività secondarie

In presenza di più progressivi di modelli effettuati ne viene data evidenza indicandone il numero.

Introdotto un blocco nel modello comunicazioni liquidazioni IVA per le aziende secondarie di multi attività su più aziende.

Rilasciata nuova funzionalità comunicazione liquidazioni periodiche IVA

Si rilascia nuova funzionalità "Modello comunicazione liquidazioni periodiche IVA" per ulteriori informazioni visionare il manuale "Comunicazione liquidazioni periodiche IVA".

Implementazione controllo xsd

Inserito controllo schema xsd successivamente alla generazione del file xml.

Modello IVA 26

Rilasciato il Modello IVA 26

Rilasciata la gestione per la compilazione del Modello IVA 26

"Dichiarazione di adesione al regime previsto per le società controllanti e controllate e comunicazione delle variazioni"

Modello richiesta rimborsi IVA infrannuali

Limiti annuali e gestione data presentazione

Il programma "Modello richiesta rimborsi IVA infrannuali" è stato integrato e reso conforme al provvedimento dell'Agenzia delle Entrate del 04 Luglio 2017 (Prot.2017/124040).

In particolare:

  • all'interno del quadro TD - sez.2 - pag.2 sono stati introdotti due campi riepilogativi dei crediti infrannuali richiesti a rimborso e/o compensati nei trimestri precedenti, consentendo così il controllo delle soglie annue previste per l'apposizione del visto di conformità;
  • nella maschera per la generazione del tributo su F24 è stato introdotto il campo "Data di presentazione dell'istanza che attesta l'esistenza del credito IVA".

Stampa liquidazione iva

Implementata nella stampa liquidazione IVA, l'opportunità di stampa del "Prospetto utilizzo crediti IVA". La stampa è demandata all'attivazione di un parametro presente in Configurazione contabilità azienda.

Implementati in stampa riquadri specifici per l'Iva di Gruppo

Ai fini della gestione Iva di Gruppo, azienda indicata in struttura intercompany come capogruppo dichiarante alla propria liquidazione stampa anche la liquidazione per il gruppo.

Stampa registri IVA

Inserita possibilità di stampare registri IVA anche in assenza di movimenti

In "Configurazione contabilità" nella cartella "Registri e partitari" è stata inserita una casella di selezione che, se attiva, perm ette di stam pare i registri anche in assenza di m ovim enti.

Prima nota IVA e contabile

Movimenti prima nota

Abilitazione pulsante "Programmi collegati" per movimenti CoAn con esercizio chiuso

Aggiunta la possibilità di visualizzare movimenti di CoAn, in interrogazione dei movimenti contabili, relativi a registrazioni non IVA, in presenza di esercizio chiuso, utilizzando il pulsante "Programmi Collegati" presente nella form di "Prima nota".

Implementato programma per descrizione aggiuntiva di riga di ratei, risconti e fatture da ricevere ed emettere

Aggiunta la possibilità di inserire all'interno della descrizione aggiuntiva di riga di ratei/risconti, attivi/passivi, di fatture da ricevere/emettere e note di accredito da ricevere/emettere, del codice e della ragione sociale di clienti/fornitori.

Indicazione banca canalizzazione attiva su dettaglio scadenze

Sulle registrazioni di apertura partita cliente è stata aperta la possibilità di indicare la banca di canalizzazione nella maschera del dettaglio scadenze.

L'imputazione di tale informazione valorizza anche banca ed agenzia di appoggio e da un riferimento univoco all'IBAN del cliente, necessario ed obbligatorio come informazione nella presentazione delle tratte per la localizzazione Francese.

Rettifiche CoGe verso analitica a partita doppia

Nell'ambito delle implementazioni, per la contabilità analitica a partita doppia, della gestione dei movimenti di rettifica, il programma "Movimenti di prima nota" ha subito la seguente modifica:

  • Tutti i movimenti di prima nota diversi dal tipo Consolidato, Da Consolidare e Previsionale entrano in contabilità analitica a partita doppia come movimenti di rettifica.

Situazione contabile

Nuovo parametro "Visualizza Sedi"

Per le aziende che gestiscono sedi, è stata implementata una nuova opportunità di esposizione dei saldi. Tra i parametri, nell'area filtri è presente "Visualizzo sedi": attivo il parametro, in griglia e in stampa si attiveranno bande di raggruppamento che conterranno i saldi corrispondenti alla sede.

Interrogazione in valuta diversa da quella aziendale

E' possibile operare l'elaborazione della situazione contabile in valuta diversa da quella aziendale.

Un nuovo campo valuta è compilato dal codice presente in anagrafica azienda. Digitata o selezionata valuta diversa si attivano:

  • Un campo data, con la proposta di fine orizzonte.
  • Un cambio per i conti patrimoniali, con la proposta del cambio alla data dall'archivio "Valute e cambi".
  • Un cambio per i conti economici, con la proposta del cambio medio annuale del mese dall'archivio "Valute e cambi"

Situazione economica/patrimoniale

Implementata la possibilità di elaborazione in valuta diversa dalla valuta aziendale

E' possibile operare l'elaborazione di un bilancio in valuta diversa da quella aziendale. Un nuovo campo valuta è compilato dal codice presente in anagrafica azienda. Digitata o selezionata valuta diversa si attivano:

  • Un campo data, con la proposta di fine orizzonte.
  • Un cambio per i conti patrimoniali, con la proposta del cambio alla data dall'archivio "Valute e cambi".
  • Un cambio per i conti economici, con la proposta del cambio medio annuale del mese dall'archivio "Valute e cambi".

Implementazione della simulazione costi provvigioni da liquidare

Al fine di esporre nella "Situazione Economica/Patrimoniale" anche la simulazione di costi relativi a provvigioni emesse ma non ancora liquidate, il programma è stato oggetto di una implementazione volta al recupero ed esposizione dei relativi valori.

Per rendere possibile tale funzionalità, nella configurazione della "Proposta conti COGE" del programma "Amministrazione\Tabelle e piano dei conti\Piano dei conti e riclassificazione CEE\Anagrafica piano dei conti generale" sono stati aggiunte specifiche voci utilizzate dalla situazione economica/patrimoniale per esporre valori derivanti dalla simulazione provvigioni non ancora liquidate.

Il secondo step è la definizione dei documenti dai quali debbono essere recuperate le provvigioni non liquidate da esporre nei conti di costi precedentemente indicati. Questa operazione si compie attraverso il programma "Amministrazione\Tabelle e piano dei conti\Parametri azienda area amministrativa\Configurazione contabilità azienda" - scheda "Configurazione Piani di fatturazione"; definito un codice piano di fatturazione, liberamente codificabile, l'operatore otterrà la visualizzazione in griglia di tutti i documenti: Ordini - Ddt - Fatture e Note credito. Mentre la tipologia di documenti Ordini e DdT potranno essere utilizzati solamente per definire un "Piano di fatturazione" che in sede di simulazione della "Situazione Economica/Patrimoniale" servirà per recuperare i documenti da evadere e da fatturare da esporre nei conti "Fatture da emettere" e/o "Fatture da ricevere"; i documenti di tipo Fattura e Note Credito, documenti che scrivono la contabilità, potranno essere utilizzati esclusivamente per creare dei "Piani di fatturazione" da utilizzare in sede nella "Situazione Economica/Patrimoniale" per simulare la parte di provvigioni calcolate/emesse ma non ancora liquidate agli agenti.

In fase di scelta l'operatore potrà anche assegnare a ciascun modello di documento un range di date (inizio e fine), che verrà utilizzato in sede di elaborazione come limite temporale per il recupero dei documenti da utilizzare ai fini dell'indagine.

Nel caso in cui non si attribuiscono ad ogni modello ne date fisse e neppure date dinamiche, quest'ultime devono essere espressamente configurate dall'utente, i documenti recuperati per l'indagine e l'esposizione in sede di simulazione "fatture da emettere/ricevere" oppure "provvigioni da liquidare" saranno solamente quelli che rientrano nell'intervallo temporale di indagine fissato nel programma "Situazione economica/patrimoniale".

Pertanto, se ad esempio ai modelli documenti non si attribuisce un range di date e si esegue una situazione Economica/Patrimoniale per il periodo 01/01/2016 al 31/12/2016, richiedendo la simulazione dei costi provvigioni da liquidare, i documenti con provvigioni ancora da liquidare saranno quelli emessi nel medesimo periodo in indagine. Verranno esclusi i documenti, seppure ancora con provvigioni da liquidare, emessi antecedentemente.

Eseguite le precedenti operazioni è possibile a questo punto passare all'interrogazione della situazione Economica/patrimoniale e richiedere il calcolo ed esposizione dei costi provvigione da liquidare. (Amministrazione\Contabilità generale e IVA\Prima nota IVA e contabile\Situazione economica/patrimoniale)

Come per la simulazione del fattura da emette/riceve, in sede di elaborazione, nel medesimo riquadro deve presente la scelta del "Piano di fatturazione", l'operatore potrà indicare il codice Piano per la simulazione del costo derivante dalla considerazione delle provvigioni ancora non liquidate (se ne ha creato uno specifico). Il piano per la determinazione delle fattura da emettere/ricevere e per il calcolo del costo per provvigioni da liquidare può essere il medesimo.

Eseguita l'elaborazione, utilizzando la voce "fatture/note credito da emettere/ricevere" presente nella SideBar, si passa in visualizzazione della maschera nella quale sono esposte in due sezioni: i ricavi e i costi; tra i costi, oltre ad esporre i costi derivanti da fattura da ricevere, sono esposti anche i costi derivanti da provvigioni da liquidare; entrambe le voci danno la possibilità di ottenere il dettaglio dei documenti che hanno partecipato alla formazione degli importi della simulazione espositi nella situazione Economica/patrimoniale nei conti espressi in fase di configurazione.

Comparazione bilanci

Nuova Tipologia di periodo "Intervallo data"

Al fine di includere nella comparazione bilanci l'evoluzione dei tipo movimenti di contabilità generale, con particolare riferimento ai movimenti di rettifica, sono state introdotte nel programma le seguenti implementazioni:

  • Nuova Tipologia di Periodo: "Intervallo date"
  • Nuovo strumento di selezione dei "Tipo Movimento" contabili all'interno del Riquadro "Parametri situazione esercizio contabile"

Selezionato per il tipo periodo "Intervallo date" si avrà accesso alla selezione di tutti i periodi elaborati in consolidamento. La presenza di più periodo è data dalle logiche applicate in fase di consolidamento dove viene registrato un archivio ad ogni variazione di parametri; la differente parametrizzazione è leggibile mediante la barra di scorrimento e nei "Limiti stampa" (Per maggiori dettagli fare riferimento alle note presenti per il programma "Consolidamento progressivi per bilanci comparati").

E' stato inoltre implementato tra i "Parametri situazione esercizio corrente" un nuovo strumento di selezione dei movimenti; in particolare per la "Rettifica per situazione econ./patrim." e la "Rettifica da inventario" varranno i limiti richiesti dalla natura stessa dei movimenti. Le rettifiche potranno essere selezionate solo se la data inizio orizzonte corrisponde alla data inizio esercizio.

Consolidamento progressivi per bilanci comparati

Nuova Tipologia di Periodo "Intervallo date"

Al fine di includere nella comparazione bilanci l'evoluzione dei tipo movimenti di contabilità generale, con particolare riferimento ai movimenti di rettifica, sono state introdotte nel programma le seguenti implementazioni:

  • Nuova Tipologia di Periodo: "Intervallo date"
  • Nuovo Riquadro: "Filtro Movimenti" nel quale è contenuto il nuovo strumento di selezione di "Tipo movimento" contabili

La nuova tipologia di periodo si aggiunge alla lista valori "Periodi"

Quando elaboro un consolidamento con periodo "Intervallo date" sono consolidati i saldi per l' [Esercizio] nell'intervallo di selezione. Saranno considerati tutti i parametri, compresi il filtro movimenti che accoglie un ampliamento. Ad oggi è possibile filtrare per i movimenti: "Consolidato", "Da Consolidare", "Previsionale", "Previsionale per simulazione bilanci", "Rettifica per situazione econ./patrim.", "Registrazione proforma professionisti", "Rettifiche da inventario", "Rivalutazione civilistica anno prec. (IAS)". L'elaborazione per "Intervallo date" sovrascrive i saldi a parità di parametrizzazione, altrimenti verrà registrato un nuovo record di elaborazione disponibile in fase di comparazione.

Particolare attenzione riguarda i movimenti di rettifica "Rettifica per situazione econ./patrim." e " Rettifiche da inventario". Sarà possibile operare la selezione di questi movimenti solo alle seguenti condizioni:

  • Il periodo selezionato è "Intervallo date"
  • l'Orizzonte interrogato dovrà avere come data "Iniziale" la data di inizio "Esercizio".

A parità di parametri di elaborazione, lo storico di consolidamenti verrà sovrascritto altrimenti troverò un nuovo rigo in [Gestione Bilanci].

Tutti i record di elaborazione saranno presenti in [Gestione bilanci], anche questo programma è stato oggetto di rivisitazione. In particolare sono stati implementati:

  • Nuova selezione per la tipologia di periodo: "Intervallo date".
  • Nuova colonna Tipo movimento: accoglie la lista descrittiva dei tipo movimenti inclusi nell'elaborazione.
  • Nuovo Parametro di "Visualizza date": il parametro attiva la visualizzazione di Data Inizio e Data Fine dell'orizzonte elaborato.

Interrogazione partitari

Partitario per competenza da Movimenti automatici di rettifica

Al fine di produrre un partitario per competenza sono state implementate per il programma "Interrogazione partitari" le seguenti funzionalità:

  • Nuova Lista Valori per il Tipo Data "Registrazione", "Documento", "Competenza"
  • Selezione dei movimenti automatici all'interno del riquadro tipo movimenti

Il Partitario per competenza si basa sulla presenza dei movimenti di rettifica che dovranno essere elaborati dal programma "Situazione economica/patrimoniale" con la modalità "scrivi" delle simulazioni.

Per l'interrogazione partitari per "Data Registrazione" e "Data Documento": la presenza delle rettifiche alla data fine orizzonte attiva il movimento presente, sarà cura dell'operatore selezionare la rettifica utile all'interrogazione. Per l'interrogazione partitari per "Data Competenza": la presenza delle rettifiche alla data fine orizzonte attiva e selezione il tipo movimento utile all'interrogazione. Le rettifiche che avranno questa particolare caratteristica per il tipo data competenza saranno le rettifiche da simulazione competenze infra annuale e le rettifiche da simulazione risconti. Altra caratteristica del partitario per data competenza è l'obbligatorietà di interrogazione con data inizio intervallo corrispondente alla data inizio esercizio.

Possibilità di accedere in modifica ai documenti commerciali

Nell'interrogazione partitari, per i documenti commerciali è possibile accedere ai relativi riferimenti grafici cliccando sull'apposita icona sulla griglia. Nella form che si apre, il tasto di Gestione è stato abilitato in modo da poter accedere in modifica anche ai documenti di provenienza commerciale.

Movimenti prima nota

Aperta la possibilità ad inserire codici iva misti in una fattura di vendita di Split Payment

Solo per le fatture di vendita è data l'opportunità di inserire fatture con codici iva misti allo split payment. In particolare, per le sole vendite, sarà possibile inserire con un codice iva split payment una tra le seguenti:

  • Codice iva imponibile
  • Codice iva ad esigibilità differita aziende o enti pubblici

Controllo plafond lettera d'intento in emissione movimenti prima nota

Il controllo del plafond disponibile sulle lettere d‘intento è stato esteso anche ai documenti generati direttamente da prima nota. Per fare questo è stato aggiunto un nuovo campo nella form dei documenti iva, che mostra il “Numero lettera dichiarante” della lettera d’intento che si sta utilizzando per quanto riguarda il ciclo attivo, mentre mostra il “Ns. numero protocollo” per il ciclo passivo.

La lettera viene automaticamente valorizzata con la prima valida per quel codice cliente ma può anche essere scelta manualmente tramite l’apposita lookup. E’ possibile anche scegliere di non utilizzare per la registrazione nessuna lettera d’intento selezionando l’apposita voce “Annulla lettera d’intento” dal menu contestuale del campo.

Al registra il sistema verificherà che l’imponibile del documento rientri nella capienza residua della lettera d’intento. Se così non fosse uscirà un warning e la registrazione non verrebbe permessa.

Per poter proseguire occorrerà scegliere una lettera d’intento con la capienza necessaria all’emissione oppure eliminare del tutto la lettera d’intento dal documento. In quest’ultimo caso non verrà fatto alcun controllo né sull’importo del documento né su eventuali codici d’esenzione utilizzati. È infatti la presenza di una lettera d’intento nella registrazione a far scattare tali controlli.

L’informazione della lettera d’intento utilizzata sul documento di prima nota verrà salvata all’interno del database legata al numero di registrazione del movimento. Sono ora disponibili nel .ttx legato alla stampa del brogliaccio di prima nota tutti i campi della MG28 in modo da poter utilizzare quelli che si ritenga più opportuni per eventuali personalizzazioni della stampa.

Nella Stampa brogliaccio di prima nota e nell’Interrogazione e modifica prima nota sono stati aggiunti tra gli elementi di selezione dei filtri anche il “Numero lettera dichiarante” e il "Ns. num. protocollo lettera intento".

Gestione del codice Intercompany nei movimenti CoGe CoIn

Implementata la gestione del codice intercompany per i movimenti di analitica semplificata rilevati da prima nota.

Possibilità visualizzare movimenti di CoAn

È ora possibile visualizzare dal tasto gestioni collegate dell’interrogazione partitari, il movimento di CoAn associato alla registrazione selezionata.

Totale pagato in valuta

E' stato aggiunto nel piede della form del pagamento scadenze il "Totale pagato (Valuta)" che nel caso di pagamenti in valuta mostra il totale delle scadenze selezionate per il pagamento.

Visualizzazione attributi estesi di progetto nella CoGe Proge

Sono ora visibili nella lookup dei progetti della maschera della CoGe-Proge eventuali attributi estesi associati al progetto.

Visualizzazione movimenti generati collegati

Ora entrando in "Programmi collegati\Movimenti generati" da un movimento secondario, sono visibili anche tutti gli altri movimenti collegati, incluso il principale che lo ha generato.

Gestione Conti IVA diversi

L’esigenza di differenziare il conto IVA in base alla natura dell’operazione sorge principalmente nei regimi contabili esteri caratterizzati dall’utilizzo del c.d. “piano dei conti fisso” ovvero nelle legislazioni in cui la rilevazione dell’imposta sul valore aggiunto deve essere eseguita, al verificarsi di determinate condizioni, in specifici conti contabili.

Per rispondere a tale esigenza è stata adeguata la prima nota di Alyante, introducendo la gestione di molteplici conti IVA in un’unica registrazione contabile.

La gestione di conti IVA diversi può rappresentare un’opportunità anche per le aziende che operano in contesti normativi in cui il legislatore non prevede alcun vincolo legislativo e fiscale in tal senso. Il saldo contabile di ciascun conto IVA movimentato, a debito o a credito, sarà infatti opportunamente girato, in sede di liquidazione, al conto “Erario c/Iva”.

NB: L’implementazione della medesima funzionalità lato documentale è rimandata ad una fase successiva.

Gestione dei "totali" nel castelletto IVA

E' stata implementata la banda di totalizzazione in corrispondenza del castelletto IVA.

E' stata implementata la possibilità di visualizzare il totale imponibile ed il totale iva di tutte le righe inserite in una registrazione iva. Attualmente infatti nel castelletto erano mostrati i totali divisi per codice iva ma non i totali.

Situazione economica/patrimoniale

Nuovo parametro "Visualizza Sedi"

Per le aziende che gestiscono sedi, è stata implementata una nuova opportunità di esposizione bilancio. Nella funzione [Parametri] nell'area filtri è presente il nuovo parametro "Visualizzo sedi": attivo il parametro, in griglia e in stampa si attiveranno bande di raggruppamento che conterranno i saldi corrispondenti alla sede. Il parametro espone i saldi dettagliati per sede, il Risultato comunque sarà esposto come valore unico.

IMPLEMENTATA LA NUOVA FUNZIONE SEDI

Con il rilascio del 17/04/18 il codice sedi e il parametro "visualizza sedi" sono stati inclusi in una specifica funzione. La nuova funzione [SEDI] contiene la griglia di selezione che sfrutta gli operatori di filtro sull'elemento di selezione sedi. Sarà inoltre possibile salvare i filtri di selezione con un nome specifico da richiamare in un elenco.

La funzione, inoltre, contiene il filtro "Raggruppamento per sede" (ex "Visualizza sedi") utile ad esporre in bilancio i saldi per la specifica sede.

Implementato un parametro per il recupero della priorità

E' stata implementato un nuovo parametro in "Configurazione contabilità" e in "Configurazione contabilità azienda" che opera nei bilanci per competenza nell'ambito della "Situazione economica/patrimoniale": "Competenze infrannuali" e "Risconti". Se attivo verifica in forma prioritaria la presenza della "data inizio competenza", se assente verifica la "Data documento". In caso di assenza per entrambe le date, la competenza considerata sarà la data di registrazione.

Nuovo criterio di "Raggruppamento scritture di ammortamento"

Per la modalità "Scrivi" della simulazione Ammortamenti sarà possibile operare il criterio di raggruppamento delle scritture di rettifica nella nuova area parametri presente nella scheda [Bilanci/Cespiti] in "Configurazione contabilità azienda". La scelta che sarà possibile operare varia tra:

  • Nessuno
  • Conto contabile
  • Codice immobilizzo
  • Gruppo/Specie/Sottospecie

Nessun raggruppamento equivale alla scelta di operare scritture per singolo cespite.

Partitario per competenza da funzione leggi delle simulazioni

In funzione del tipo data (registrazione, documento, competenza) e della presenza di movimenti di rettifica per le simulazioni, nei casi in cui si opera l'elaborazione del budget in modalità lettura delle rettifiche, la funzione [Interrogazione partitari] imposta tutte le parametrizzazioni utili alla ricerca dei movimenti che portano al saldo di bilancio.

Schedulazione del programma Situazione economica/patrimoniale

Implementata l'opportunità di schedulazione del programma "Situazione economica/patrimoniale", la schedulazione opera sempre una stampa pdf al termine dell'elaborazione ed è utile per la funzione scrivi legata alle simulazioni.

Stampa giornale contabile

Inserimento dati in stampa giornale contabile

Sono state inserite delle caselle di selezione all'interno del riquadro "giornale contabile-stampa" nella cartella "Registi e partitari" della configurazione contabilità azienda per permettere la stampa del libro giornale con alcuni dati aggiuntivi quali la P. IVA, il cod. fiscale del cliente e fornitore e la descrizione della sede.

Stampa partitari

Partitario per competenza da Movimenti automatici di rettifica

Al fine di produrre un partitario per competenza sono state implementate per il programma "Stampa partitari" le seguenti funzionalità:

  • Nuova Lista Valori per il Tipo Data "Registrazione", "Documento", "Competenza"
  • Selezione dei movimenti automatici all'interno del riquadro tipo movimenti

Il Partitario per competenza si basa sulla presenza dei movimenti di rettifica che dovranno essere elaborati dal programma "Situazione economica/patrimoniale" con la modalità "scrivi" delle simulazioni.

Per l'interrogazione partitari per "Data Registrazione" e "Data Documento": la presenza delle rettifiche alla data fine orizzonte attiva il movimento presente, sarà cura dell'operatore selezionare la rettifica utile all'interrogazione.

Per l'interrogazione partitari per "Data Competenza": la presenza delle rettifiche alla data fine orizzonte attiva e selezione il tipo movimento utile all'interrogazione. Le rettifiche che avranno questa particolare caratteristica per il tipo data competenza saranno le rettifiche da simulazione competenze infraannuale e le rettifiche da simulazione risconti. Altra caratteristica del partitario per data competenza è l'obbligatorietà di interrogazione con data inizio intervallo corrispondente alla data inizio esercizio.

In modalità di selezione multipla, essendo presente la possibilità di selezione un intervallo di data per singola riga in griglia contropartita, le rettifiche verranno abilitate solo se tutte le contropartite coinvolte corrispondo alla stessa data di fine elaborazione e che alla stessa data siano presenti.

Progressivi Contabili e IVA

Progressivi IVA

Nuove implementazioni per la funzione Liquidazioni

Nell'ambito dello sviluppo di un nuovo prospetto per la liquidazione di un dettaglio su gli utilizzi del credito IVA distinto tra credito di periodo e credito annuale, sono state operate le seguenti implementazioni:

  • Nuova definizione "Rimborso IVA annuale/infr. richiesto" in sostituzione della definizione "Rimborso IVA richiesto"
  • Sdoppiata la gestione del campo "Credito IVA trasferito in F24" nelle componenti "Credito IVA infrannuale trasf.in F24" e "Credito IVA annuale trasf.in F24"
  • Nuova scheda di Utilizzo crediti

Implementato nuovo menu di funzione per l'iva di Gruppo

Ai fini della gestione iva di gruppo, per un azienda indicata in struttura come capogruppo dichiarante è previsto l'accesso ad un nuovo menu di funzioni.

Stampa progressivi IVA

Allineata e arricchita la stampa delle novità di gestione del Prospetto Utilizzi del Credito

Nell'ambito dello sviluppo di un nuovo prospetto per la liquidazione di un dettaglio su gli utilizzi del credito IVA distinto tra credito di periodo e credito annuale, sono state operate le seguenti implementazioni:

  • Allineata e arricchita la stampa delle novità introdotte dalla gestione del prospetto utilizzi del credito IVA

Utility

Configurazione servizi web

Configurazione servizi di Agyo

Al fine di porre la firma per procedere all'invio dei file tramite Agyo sono stati aggiunti i campi "PIN" (di 8 cifre) e "Codice fiscale". I dati da inserire sono quelli impostati in Agyo al momento dell'inserimento della firma.

Controllo e/o ricostruzione progressivi

Ottimizzazione dei tempi di elaborazione

Sono stati ottimizzati i tempi delle elaborazioni della ricostruzione dei progressivi contabili e dei progressivi iva.

Modifica data competenza IVA

Rilascio nuovo programma di Utility per la modifica della data di competenza IVA

Estratto conto a partite aperte

Controllo saldo contabile E/C portafoglio

Implementata la possibilità di includere i movimenti proforma professionisti

È stata data la possibilità di includere anche le "Registrazioni proforma professionisti".

Le logiche del programma rimangono uguali alla versione precedente, ma vengono presi in considerazione i nuovi tipi registrazione.

E' stato spostato il gruppo di campi "Tipo movimento" a destra delle altre sezioni ed è stata aggiunta la casella di selezione "Registrazione proforma professionista".

Ottimizzazione tempi di elaborazione

Sono stati ottimizzati i tempi dell'elaborazione del Controllo saldo contabile E/C portafoglio.

Interrogazione estratti conto

Implementazione filtri per gestione progetti

Sono stati aggiunti, nei limiti di elaborazione dei programmi "interrogazione estratti conto" e "stampa estratto conto portafoglio", il check "includi dettagli elementi di progetto/commesse" e i filtri "Nodo" "Nodo di riferimento".

Possibilità di interrogare e ottenere la stampa al lordo e al netto delle ritenute

Al momento il programma in presenza di scadenze e movimenti con ritenute esponeva tutti gli importi, sia nell'interrogazione e stampa standard che da portafoglio, considerando i movimenti al lordo delle ritenute.

Per ottenere la visualizzazione in griglia dei movimenti e dei relativi saldi al lordo oppure al netto delle ritenute è stato aggiunto nella maschera, sia del programma di interrogazione che in quello di stampa, un campo contraddistinta dalla una lista di selezione che permette di pilotare la modalità espositiva oltre che il tipo di report che viene stampato di default.

Il campo aggiunto nella form è stato così denominato "Esposizione importi" e presenta le seguenti tre opzioni:

1) A lordo ritenute = il programma esegue l'elaborazione e la visualizzazione così come fa attualmente e in stampa sono utilizzati gli attuali report.

2) A lordo ritenute con esposizione ritenute = il programma esegue l'elaborazione ed espone in griglia i valori ed il saldo al lordo delle ritenute, ed in una colonna a parte sono visibili gli importi delle ritenute. In stampa verrà utilizzato un nuovo report che espone movimenti e saldi delle partite e il saldo totale della posizione al lordo delle ritenute ma in apposita colonna è mostrato il valore delle ritenute collegate al movimento.

3) Al netto ritenute con esposizione ritenute = il programma esegue l'elaborazione ed espone in griglia i valori ed il saldo al netto delle ritenute, ed in una colonna a parte sono visibili gli importi delle ritenute. In stampa verrà utilizzato un nuovo report che espone movimenti e saldi delle partite e il saldo totale della posizione al netto delle ritenute ma in apposita colonna è mostrato il valore delle ritenute collegate al movimento.

Esclusione note credito chiuse

È stata introdotta la nuova funzionalità, sia in Interrogazione estratti conto che in Stampa estratto conto portafoglio, consistente nel poter escludere dalla elaborazione, ove applicabile, le partite chiuse aventi come movimento di apertura la nota credito.

Questa funzionalità è controllata da un nuovo indicatore, posto sulle maschere dei citati programmi, avente per nome Escludi note credito chiuse.

Velocizzazione estrazione dati

Sono state implementate tecniche di velocizzazione per l'estrazione dei dati con estensione anche al programma di Stampa estratto conto portafoglio.

F24

Anagrafica Tributi

Aggiornamento codici tributo - sedi INPS - sedi INAIL

Rilasciati nuovi codici tributo, sedi Inps, sedi Inail aggiornati al 31.05.2017

Per procedere all'aggiornamento delle tabelle accedere al menù "Configurazione e servizi\Startup e flussi operativi\Flussi operativi\Tabelle precaricate".

Dalla sezione "Tabelle generali" importare le tabelle "Sedi Inps" e "Sedi Inail".

Dalla sezione "Area Amministrativa" importare la tabella "Anagrafica Tributi".

L'importazione deve avvenire selezionando la modalità "Sovrascrivere record esistenti".

Gestione deleghe

Data presentazione deleghe per utilizzo crediti

All'interno del programma "Gestione deleghe" è stato implementato il campo " Data presentazione deleghe per utilizzo crediti". Il campo, modificabile, propone la data in cui si procede alla generazione della delega F24 ed è funzionale al controllo sull'utilizzo in compensazione F24 dei crediti IVA.

Il DL 50/2017 ha infatti stabilito che la compensazione orizzontale del credito IVA annuale in F24 per importi che eccedono la soglia annuale di 5.000 Euro può avvenire soltanto a partire dal decimo giorno successivo alla presentazione della dichiarazione IVA, che dovrà essere peraltro dotata del visto di conformità.

Il provvedimento del 4 luglio 2017 dell’Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello IVA TR, specificando che l'utilizzo in compensazione di crediti IVA infrannuali di importo inferiore alla soglia annuale dei 5.000 Euro può avvenire soltanto dopo la presentazione dell'istanza, mentre gli importi che eccedono tale soglia potranno essere utilizzati in compensazione soltanto a partire dal decimo giorno successivo alla presentazione del modello.

Gestione tributi

Data presentazione istanza che attesta esistenza del credito

All'interno del programma "Gestione tributi" è stato implementato il campo " Data presentazione istanza che attesta esistenza del credito". Il campo, modificabile, propone per i i codici tributo 6036 - 6037 - 6038 - 6099 la data in cui è stata generata l'istanza che attesta l'esistenza del credito IVA (Modello Iva TR/Dichiarazione IVA) ed è funzionale al controllo sull'utilizzo in compensazione F24 dei crediti IVA.

Il DL 50/2017 ha infatti stabilito che la compensazione orizzontale del credito IVA annuale in F24 per importi che eccedono la soglia annuale di 5.000 Euro può avvenire soltanto a partire dal decimo giorno successivo alla presentazione della dichiarazione IVA, che dovrà essere peraltro dotata del visto di conformità.

Il provvedimento del 4 luglio 2017 dell’Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello IVA TR, specificando che l'utilizzo in compensazione di crediti IVA infrannuali di importo inferiore alla soglia annuale dei 5.000 Euro può avvenire soltanto dopo la presentazione dell'istanza, mentre gli importi che eccedono tale soglia potranno essere utilizzati in compensazione soltanto a partire dal decimo giorno successivo alla presentazione del modello.

Importazione tributi e deleghe F24

Importazione tributi e deleghe F24 - Ampliamento numero di record previsti in importazione

Introdotta la possibilità di importare file F24 composti da un numero di deleghe superiore a 99.

Intrastat

Invio e stampa modello INTRA

Implementata la gestione e l'invio telematico del modello INTRA per le aziende Francesi

Rilasciata la gestione e l'invio telematico del modello INTRA per le aziende che hanno sede in Francia.

Il modello predisposto è quello relativo ai beni (denominato DEB).

Adeguamento periodicità

Nella casistica di diverse periodicità è stato inibito il campo "Beni e servizi"

Ottimizzato il layout della maschera.

Modulo INTRA

Inserimento paese pagamento e origine stato Grecia

La modifica ha inserito per il paese Grecia la codifica ISO 3166 Alpha-2 nel paese di pagamento e di origine.

E’ stato altresì inserito un filtro "stato estero" in "parametri e filtri"

Inseriti indicatori per permettere la compilazioni con diverse periodicità.

Nella funzione "Interrogazione" sono stati inseriti degli indicatori sull'origine del movimento e sulla relativa modifica.

Nella funzione "Inserimento e modifica" è stato inserito l'indicatore "Periodo modello Intra" che permetterà la compilazione di beni/servizi con diverse periodicità.

Tabelle

Nomenclatura combinata

Rilasciate nuove nomenclature combinate

Con il presente aggiornamento si rilasciano le nomenclature combinate del 2017 e si aggiornano le nomenclature del 2016.

Non risultano pubblicate al momento le trasposizioni dei codici delle nomenclature tra il 2016 e il 2017.

Codici servizio

Codici delle prestazioni di servizio 2018

Sono stati rilasciati i codici delle prestazioni di servizio 2018.

In conformità alla disposizione dell'Agenzia delle Dogane per la quale, a partire dagli elenchi riferiti a periodi decorrenti dal mese di gennaio 2018, l’indicazione del codice del servizio reso potrà essere limitata ai primi cinque caratteri in luogo dei sei previsti dalla tabella "CPA (anno 2008)", la tabella rilasciata comprende sia i codici "CPA (anno 2008)" che i codici "CPA 5 digit (anno 2018)".

Si precisa che i nuovi codici "CPA 5 digit (anno 2018)" seppur visualizzati in inserimento nel formato di sei caratteri, comprensivi di uno zero finale, vengono esposti in stampa nel formato di cinque.

Portafoglio attivo / passivo

Gestione ed elaborazioni

Distinte incassi e pagamenti

Aggiunta della selezione avanzata in griglia

Nel programma delle distinte l'utilizzo dei limiti di elaborazione al lancio del programma permette di filtrare gli effetti aperti che devono essere recuperati per le successive operazioni di incasso o pagamento. Attraverso settaggi in elaborazione è possibile ottenere la proposta della selezione automatica di tutti gli effetti recuperati, che presentano dati anagrafici e bancari completi, oppure accedere alla griglia senza nessuna selezione e quindi l'operatore fino a oggi doveva poi singolarmente per ogni effetti abilitare la selezione per includerlo in distinta. La griglia quindi fino a questo momento permetteva di procedere ad un selezione o deselezione totale degli effetti in griglia oppure sul singolo effetto agendo manualmente uno ad uno.

Per rendere possibile una selezione avanzata, che opera esclusivamente sugli effetti già visualizzati in griglia per consentire una selezione multipla, da questa versione in basso nella form della griglia è stato aggiunto il pulsante “SEL.AVANZATA”.

La selezione del pulsante, apre una successiva form, come da immagine a seguire, dove l'operatore può procedere ad gli elementi di filtro da applicare agli effetti recuperati ed esposti in griglia.

Nella form l'operatore può selezionando il pulsante +, procedere alla scelta dei filtri selezione da aggiungere nella selezione avanzata.

L'operatore può scegliere più elementi di filtro in successione e fissare attraverso la colonna "Oper." se l'elemento successivo deve operare nella selezione in "And", quindi solo la presenza di entrami gli elementi sull'effetto ne determina la selezione, oppure in "Or" quindi gli elementi di selezione sono alternativi.

Dopo aver definito gli elementi di filtri e il tipo di operatore, utilizzando i pulsanti "Seleziona" si determina l'applicazione del filtro agli effetti in griglia per selezionare quelli da includere nella distinta di incasso/pagamento; mentre la selezione del pulsante "Deseleziona", in una ipotesi di accesso alla griglia con tutti gli effetti già selezionati, determina un deselezione degli effetti, che presentano gli elementi di filtro avanzati scelti, dalla distinta di incasso o pagamento.

Ogni qual volta si apre la form "Selezione avanzati" gli elementi nuovamente inseriti aggiungono un’altra selezione, o deselezione, a quella precedentemente eseguita.

Chiusura ed esposizione in griglia degli effetti derivanti da registrazione in regime Split Payment

Attualmente gli effetti derivanti da registrazioni in regime Split Payment quando chiusi in sede di generazione della distinta, sono trattati come gli effetti ad esigibilità differita, il programma li pone anche nel medesimo raggruppo.

La contabilità ha modificato da tempo la gestione, prevedendo nella configurazione della causale contabile un indicatore specifico per identificare le operazioni Split Payment (al campo "Esigibilità IVA" è stata aggiunta l'opzione "Enti pubblici art. 17-ter (split payment)". Ciò permette di eseguire per tali effetti la chiusura contestuale all'emissione del documento o della distinta, se non si è stabilito un trattamento diverso in sede di configurazione del portafoglio.

Per tale motivo abbiamo adeguato i programma di presentazione distinte "RiBa, RID, MAV, Gestione effetti attivi" modificando il trattamento in chiusura degli effetti in regime Split Payment utilizzando per gli stessi le medesime modalità fissate per gli effetti in regime ordinario e ponendoli nel medesimo raggruppo.

Modifica Banca fornitore in Bonifico SEPA

Quando in esecuzione del bonifico SEPA, nella griglia di visualizzazione degli effetti recuperati per essere inclusi nel bonifico si accedeva alla dettaglio di un fornitore con dati bancari di appoggio già presenti, il programma non rendeva possibile la modifica o sostituzione della banca di appoggio. In caso tale informazione non era presente, invece, l'operatore poteva eseguire la selezione e la gestione. Resa possibile questa operazione di sostituzione.

Stampa distinta di sconto fatture

Implementato il recupero degli effetti in valuta e generazione del file magnetico Unicredit

La distinta sconto effetti è da questa versione aperta al recupero degli effetti anche in una valuta diversa dall'EURO e alla generazione del file magnetico, al momento solo sulla base del tracciato "Anticipo fatture elettroniche" Versione 2.0 dell'Unicredit.

Con l'occasione, inoltre, è stata rivista completamente la maschera di gestione del programma; nella prima form, denominata "Parametri", l'operatore dovrà definire gli elementi obbligatori per consentire il recupero degli effetti da portare allo sconto/anticipo.

L'elaborazione nella modalità di "Prova" serve solo per avere un'idea degli effetti recuperabili in base ai parametri, il programma non permetterà di procedere a nessuna generazione di registrazione contabili e neppure alla generazione del file magnetico. Di contro l'elaborazione nella modalità "Definitiva", rende necessario la specifica di conti e percorso di salvataggio del file, se abilitati i relativi indicatori che diventano gestibili solo con questa seconda modalità operativa.

Il primo campo aggiunto, rispetto alla precedente maschera, è la "Data scadenza di partenza", in passato il programma mancando di tale campo procedeva al recupero di tutte gli effetti anche quelli scaduti, di contro le banche non possono procedere alla sconto di effetti già scaduti o prossimi alla scadenza.

Pertanto, l'aggiunta di tale campo, con proposta di una data maggiore di 30 giorni rispetto alla data di elaborazione, evita di recuperare effetti già scaduti che le banche non possono più scontare oppure prossimi alla scadenza che neppure le aziende, tranne in presenza di accordi differenti, hanno convenienza alla presentazione. La data è proposta in automatico, ma l'operatore può comunque intervenire per modificarla a proprio piacimento.

Al campo "Valuta di elaborazione" le opzioni attualmente proposte sono:

  • Solo effetti in Euro: con questa opzione il programma continua a operare come faceva già, recuperando solo effetti emessi nella valuta EURO.
  • Solo effetti nella specifica valuta: scegliendo questa nuova opzione, il programma abilita innanzitutto il successivo campo per la definizione della valuta di emissione degli effetti da recuperare. Inoltre, si rende attivo anche un successivo campo per la scelta della "Modalità di recupero del cambio" da applicare agli effetti in valuta per la registrazione contabile dell'anticipo.

Le opzioni del campo "Mod. recupero cambio" sono:

  • Da documento origine: l'anticipo viene eseguito applicando alla registrazione contabile il medesimo cambio memorizzato sull'effetto portato allo sconto, cambio proveniente dal documento di generazione della effetto.
  • Da tabella cambi: con questa selezione, il programma rende attivi i campi per la specifica della data cambio e del valore del cambio da utilizzare.

Nella sezione relativa alla "Banca di presentazione" le novità sono rappresentate solamente dalla esposizione nella form anche dei relativi codici IBAN: Iban associato al conto di presentazione - Iban associato al conto Anticipi, le due informazioni potrebbero coincidere.

I dati della sezione per il calcolo dello sconto/anticipo, sono i medesimi già previsti nel precedente programma, va solamente sottolineato che i valori sono applicati sempre alla valuta di emissione degli effetti selezionati, in Euro per gli effetti in Euro, in Valuta per gli effetti emessi in una valuta diversa dall'EURO.

La sezione "Registrazione contabile" non ha subito variazioni.

Mentre è stata aggiunta la sezione per la scelta di "Generazione del file di testo Unicredit", con la possibilità di definire il percorso di salvataggio. La mancanza del percorso di salvataggio quando abilitato l'indicatore di generazione, viene segnalata con specifico avviso e popup che invita l'operatore all’indicazione.

Nella scheda "Flags e indicatori di selezione" sono stati spostati indicatori per la selezione della tipologia di movimenti e di effetti da recuperare. Per default sono abilitati: Movimenti "Consolidati" e "Da consolidare" e i soli effetti: Rimessa diretta e Bonifico bancario.

A completare vi sono altri filtri per la selezione e per la modalità di proposta delle scadenze nella griglia di visualizzazione degli effetti recuperati e per la

"Stampa della lettera di accompagnamento" con la possibilità di inserire eventuali riferimenti a precedenti comunicazioni bancarie che verranno inserite nella lettera di accompagnamento.

Inserimento dei limiti di elaborazione per banca aziendale cliente ed effetto

Nei folder limiti di elaborazione sono stati introdotti due nuove voci:

  • Banca aziendale cliente = permette applicare agli effetti recuperati il filtro sulla banca aziendale specificata in anagrafica dei soggetti.
  • Banca aziendale effetto = permette di recuperare i soli effetti che presentano sull'effetto stesso il medesimo codice banca aziendale indicato come limite di elaborazione.

Gestione ed elaborazioni/Distinte incassi e pagamenti

SEGNALAZIONE MANCANZA DATI ANAGRAFICI PRESENTAZIONE RIBA

Attualmente nella presentazione delle distinte Riba, sono richiesti, per poter procedere alla registrazione, una serie di dati obbligatori del cliente, come ad esempio la provincia.

Nel caso in cui qualcuno di questi manchi, l’effetto non è selezionabile viene segnalato con un bollino rosso e cliccandoci appare un popup che recita:

Dettaglio problemi. La scadenza ha i seguenti problemi: “Partita IVA o codice fiscale mancante”

Ora la segnalazione è stata resa più dettagliata, informando in maniera puntale quale o quali informazioni anagrafiche siano mancanti.

Last updated by admin on 14 giugno 2018